Riconversione di un fabbricato della ex carburo di Papigno (TR) in una struttura ricettiva, specializzata in attività sportive e convegnistiche.

Questa tesi di Laurea è preceduta da un seminario di ricerca sulle strutture ricettive (dagli antichi caravanserragli alle moderne tendenze) analizzate e descritte secondo diversi parametri.

La seconda parte progettuale, quella individuale, nasce dalla volontà di far rinascere attraverso un’architettura di recupero un intero territorio in crisi: quello del ternano.

Così, analizzando le tendenze culturali moderne ed usando al meglio ciò che in termini architettonici il territorio offre e le attitudini dello stesso, ci si è indirizzati verso una struttura dedicata allo sport, che sia però polifunzionale e versatile.

Non volendo edificare ex-novo si è preferito riusare al meglio ciò che il territorio già offre….quindi di recuperare un sito industriale dismesso.

Così, nell’edificio utilizzato una volta come magazzino di calciocianamide, sono stati progettati un albergo, una spa, una palestra, un ristorante, una sala conferenze ed una torre per climbing.